Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Puglia, De Micheli: “Rafforzare le attività portuali, il mare è la nostra più grande infrastruttura”

Lo ha detto la ministra delle Infrastrutture e dei trasporti incontrando, a Bari, il governatore Michele Emiliano e il sindaco Antonio Decaro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – “Abbiamo affrontato la questione della statale 16 dove siamo in dirittura di arrivo con la conferenza dei servizi, ci sono piccoli aggiustamenti in corso sul progetto ma siamo in dirittura di arrivo. Penso che agli inizi dell’anno potremo convocare la conferenza di servizi e ci sarà questa opera che è attesa”. Lo ha detto la ministra delle Infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, incontrando, a Bari, il governatore della Puglia Michele Emiliano e il sindaco della città Antonio Decaro.

Affrontando il tema delle infrastrutture, la ministra ha comunicato che, nel corso dell’incontro, “abbiamo ragionato sul ferro in città. Voi sapete che questa città ha caratteristiche particolari. Gli interventi che facciamo dal punto di vista finanziario, trasformeranno questa insistenza di numerose tratte ferroviarie in una metropolitana leggera utilizzando le infrastrutture che ci sono. Gli interventi di inter operabilità che faremo e accelereremo aiuteranno Bari a dotarsi di questo meccanismo viabilistico”.

In riferimento al porto e all’autostrada A14 De Micheli ha sottolineato come ci sia il “bisogno di rafforzare le attività portuali e ci stavamo già occupando di questa strada. Inoltre – ancora sull’incontro avuto – abbiamo approfondito gli investimenti che il porto sta facendo e sono molto importanti. Io sto facendo investimenti importanti sulla portualità nazionale perché sono convinta che il mare sia la più grande infrastruttura di cui è dotata l’Italia e la dobbiamo usare al massimo. La Puglia ancora di più vista la sua propensione alla portualità”. “Ci sono e continueremo a esserci – ha poi concluso la ministra – Sanno che hanno un punto di riferimento al Mit. Tutto ciò che possiamo finanziare lo finanzieremo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»