Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | James Bond tra i sassi di Matera, il trailer di ‘No time to die’

Il film diretto da da Cary Fukunaga arriverà nelle sale il prossimo 9 aprile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  A James Bond piacciono le bionde, le macchine veloci e l’Italia. Per la sua venticinquesima pellicola, lo 007 di sua maestà è tornato nel Bel Paese e questa volta – dopo la Costa Smeralda, Venezia, il Lago di Como, Talamone e Roma – ha scelto Matera. In ‘No Time to die’, il 25esimo episodio della serie, interpretato per la quinta volta consecutiva da Daniel Craig, la spia con licenza di uccidere sfreccia tra i sassi di Matera regalando grandi emozioni agli spettatori.

LEGGI ANCHE

‘Black Widow’, il trailer del film con Scarlett Johansson

VIDEO | Ficarra e Picone tornano al cinema con ‘Il Primo Natale’: il trailer

‘La Dea Fortuna’, la voce di Mina nel trailer del nuovo film di Ferzan Ozpetek

 In ‘No Time to die’ ritroveremo Léa Seydoux nel ruolo di Madelein Swann, Naomie Harris in quello di Moneypenny,  e Ralph Fiennes e Ben Whishaw in quelli di M e Q. A loro si aggiunge un nuovo nemico interpretato dall’attore premio Oscar Rami Malek. Il film diretto da da Cary Fukunaga arriverà nelle sale il prossimo 9 aprile.

Ecco il trailer di ‘No time to die‘.

https://www.youtube.com/watch?v=w6rlBpaA-Rg&feature=emb_title

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»