Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Grillo inizia a svelare programma: “Avanti le rinnovabili, meno consumi, al lavoro robot al posto delle persone”

"Vogliamo mettere la vita delle persone al centro", dice il comico leader del M5s in un post sul suo blog in cui traccia delle linee di Governo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

beppe grilloROMA – “Vogliamo mettere la vita delle persone al centro. E per fare questo bisogna fare un cambio di pensiero, di energia” perché “l’energia non è solo cambiare del gas o dal metano, arrivare all’idroelettrico o al fotovoltaico o all’eolico, è un cambio di civiltà“.

Beppe Grillo, il Capo politico M5S, lo scrive sul suo blog personale in un post intitolato ‘Il programma di governo del MoVimento 5 Stelle: l’Energia‘.

Nel post Grillo dettaglia quelle che – visto il titolo – dovrebbero essere le linee programmatiche di un futuro esecutivo grillino sul fronte dell’energia. Il capo politico M5S suggerisce la “filosofia” del “2-20-20”, esortando quindi “passare a un consumo medio di energia che è 6 kiloWatt” alla “media europea a 2 kW”, da 6 kW a 2 kW.

Ancora, Grillo vuole passare “da 40 tonnellate pro capite di materiale che consumiamo a 20 tonnellate, e da 40 ore di lavoro a 20 ore di lavoro”, per un Paese dove “lavorano i robot e io posso dedicare tempo alla mia famiglia”.

Come M5S “abbiamo nel nostro programma, lo avete sempre visto, come punti di riferimento le rinnovabili- prosegue il capo del partito- Gradualmente passiamo alle rinnovabili, le produciamo noi, il Paese del Sole. Sono stato fra i primi ad avere un impianto fotovoltaico, qua, che mi faceva 5/6 kiloWatt, e dovevo recuperare, stoccare in batterie. Oggi c’è l’elettrico e la mobilità elettrica, Tesla, il signor Musk, ha fatto nei primi tre mesi della sua attività più guadagni di tutto l’anno dei petrolieri. La Rockefeller Foundation non investe più un centesimo nel petrolio. Ci dobbiamo investire noi con questi cazzoni che sono al governo? Ma vi sembra normale?”.

Il fatto è, sostiene Beppe Grillo, il Capo politico M5S, sul suo blog personale, che “Bisogna pensare in avanti, a 50, 100 anni. E bisogna cominciare adesso a dire: entro il 2025 faremo questa transizione dal fossile alle rinnovabili. Come si fa? C’è una sola politica su cui agire: il sistema fiscale: detassi il lavoro e tassi chi consuma energia e materie prime“. Per questo “la nostra filosofia dovrebbe essere 2-20-20. 2: passare a un consumo medio di energia che è 6 kiloWatt la media europea a 2, con l’efficienza e con le tecnologie. Ci lavorano i più grandi politecnici d’Europa, da 6 kW a 2 kW”, prosegue il Capo M5S. E ancora “da 40 tonnellate pro capite di materiale che consumiamo a 20 tonnellate, e da 40 ore di lavoro a 20 ore di lavoro”, aggiunge. Questi “sono tre pensieri per effettuare il cambiamento del mondo, sono mezzi per arrivare un tipo di società dove il lavoro pesante lo fa la macchina– conclude Grillo- dove io ho più ho più tempo libero e liberato dal lavoro, dove lavorano i robot e io posso dedicare tempo alla mia famiglia, leggermi un libro, agli amici, alla mia vita”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»