Salvini: “Sconcertati da toto premier, elezioni subito”

"Quando andremo da Mattarella ribadiremo 'elezioni subito', con qualsiasi legge elettorale la Consulta darà al Paese".
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

salvini alla dire (7)

ROMA – “Ci sconcerta il toto premier di queste ore, vuol dire fregarsene della volonta’ degli italiani espressa ieri, che è votare il prima possibile”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini in conferenza.

“Padoan? Delrio? Franceschini? Grasso? No, grazie- dice Salvini- non ci uniamo al toto nomine. Quando andremo da Mattarella ribadiremo ‘elezioni subito’, con qualsiasi legge elettorale la Consulta darà al Paese. Non vogliamo altri mesi di attesa su Italicum, Consultellum…”, aggiunge il segretario del Carroccio.

“E’ impensabile- aggiunge- che dopo Monti, Letta e Renzi esca il quarto coniglio scelto da Bruxelles e legittimato dal Quirinale. Servono risposte veloci, quindi no a governicchi ed elezioni subito. Spero che l’appoggio non lo abbiano nemmeno da Berlusconi”.

Ieri nelle urne è tornata gente che non votava da dieci anni– sottolinea Salvini- in Lombardia ha votato quasi il 75%. Vuol dire che non puoi imporre leader o Costituzioni dall’alto. Per il futuro? Io mi sento pronto in quanto portavoce di una squadra che governa, bene, Lombardia e Veneto da 20 anni. Ma non mi sentirei di farlo- conclude- senza la firma degli italiani”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»