Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, tutte le regioni a rischio moderato. Rezza: “La situazione peggiora, aumentano i ricoveri”

terapia intensiva ospedale coronavirus
"Anche questa settimana c'è una tendenza al peggioramento della situazione epidemiologica" dice il direttore generale della prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Per tutte le Regioni la cabina di regia Iss-ministero della Salute registra una valutazione della probabilità del rischio moderata. La classificazione del rischio tende però ad un’alta probabilità di progressione in Campania, dove si registrano nella settimana 3800 nuovi casi, e in Puglia, con 1347 settimanali. Solo Molise, Sardegna, Valle D’Aosta e Basilicata hanno una stima di Rt puntuale, calcolato al 20 ottobre, inferiore ad 1; tutte le altre Regioni fanno registrare una stima di Rt tra 1.2 e 1.4, secondo i dati della cabina di regia.

LEGGI ANCHE: Covid, la Germania colpita dalla quarta ondata pensa alla terza dose per tutti

“Anche questa settimana c’è una tendenza al peggioramento della situazione epidemiologica, l’incidenza supera i 50 casi per 100mila abitanti, 53 nello specifico. Anche per l’Rt c’è una tendenza all’aumento che si fissa a 1,15. Il tasso di occupazione dei posti in area medica e delle terapie intensive mostra un lieve incremento: 5,3% per i ricoveri e 4% per la terapia intensiva. La situazione epidemiologica mostra un leggero incremento e una recrudescenza in diversi Paesi, è bene quindi mantenere comportamenti prudenti e continuare a vaccinare, sia con il ciclo primario che con la terza dose”. Lo afferma il direttore generale della prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza, nel report settimanale della cabina di regia sul monitoraggio dell’epidemia da Covid-19.

LEGGI ANCHE: Speranza: “Amplieremo la platea per la terza dose. Avanti con il green pass”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»