Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Barcellona, il grande ritorno di Xavi: il tecnico prende il posto di Koeman

xavi
La leggenda blaugrana a 41 anni torna al Camp Nou: il club qatariota Al-Sadd lo ha liberato. Prende il posto dell'esonerato Koeman
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Xavi sarà il nuovo allenatore del Barcellona. A comunicarlo è stato l’amministratore delegato dell’Al-Sadd, club qatariota che il 41enne allenava dal 2019, dopo aver chiuso nella stessa squadra una carriera stellare da calciatore che in Europa lo ha visto indossare solo la maglia del Barcellona e vincere tutto. “L’amministrazione – scrive Turki Al-Ali – ha acconsentito al trasferimento di Xavi al Barcellona dopo il pagamento della clausola rescissoria prevista dal contratto. Abbiamo concordato una cooperazione con il Barcellona in futuro“.

La nota del club del Qatar prosegue: “Xavi è una parte importante della storia di Al-Sadd e gli auguriamo successo. Xavi e la sua famiglia rimarranno i benvenuti a Doha e il nostro rapporto continuerà. Xavi ci ha informato pochi giorni fa del suo desiderio di andare al Barcellona in questo momento particolare, a causa della fase critica che sta attraversando il club della sua città natale, e lo capiamo e abbiamo deciso di non ostacolarlo”. Il leggendario numero 6, che detiene il record di presenze europee con la maglia dei catalani, ritorna dunque al Camp Nou, al posto di Ronald Koeman, esonerato la settimana scorsa.

IL GIALLO DELLA CLAUSOLA RESCISSORIA

Appena un’ora dopo che Al-Sadd aveva ufficializzato l’addio di Xavi Hernandez, con tanto di pagamento di clausola rescissoria da parte del Barcellona, arriva la smentita del club blaugrana: fonti della società smentiscono di aver raggiunto alcun accordo con i qatarioti, aggiungendo che non pagheranno la clausola rescissoria di cinque milioni di euro. Lo scrive ‘Mundo Deportivo’. Il Barça, secondo il giornale spagnolo, è arrabbiato per la dichiarazione dei qatarioti, interpretata come una misura di pressione verso la rappresentanza del Barcellona a Doha formata da Rafa Yuste e Mateu Alemany. Alla fine, secondo ‘Mundo Deportivo’, la soluzione potrebbe essere che il Barcellona e lo stesso Xavi si dividano l’importo della clausola da pagare all’Al-Sadd.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»