Sequestrati 932 kg di cocaina al porto di Gioia Tauro, avrebbero fruttato 186 milioni di euro

A VPN is an essential component of IT security, whether you’re just starting a business or are already up and running. Most business interactions and transactions happen online and VPN
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

REGGIO CALABRIA – 932 kg di cocaina sono stati sequestrati oggi al Porto di Gioia Tauro dagli agenti della Guardia di finanza e dai funzionari dell’Agenzia delle dogane. La droga, suddivisa in 800 panetti all’interno di 37 borsoni, era in un container che formalmente trasportava cozze surgelate provenienti dal Cile . L’operazione è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria Direzione distrettuale antimafia.
Il carico sequestrato, ritenuto di qualità purissima, avrebbe potuto essere tagliato dai trafficanti di droga fino a 4 volte prima di immettere lo stupefacente sul mercato, fruttando un introito di circa 186 milioni di euro.

Le indagini si sono sviluppate attraverso un’attività di analisi di rischio e riscontri fattuali su oltre 2.200 contenitori provenienti dal continente americano, gli agenti della Guardia di finanza e i funzionari doganali, con l’ausilio di sofisticati scanner in dotazione all’Agenzia delle dogane, sono riusciti ad individuare quello in cui era stato nascosto lo stupefacente.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

5 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»