Ad Alessandria esplode un edificio disabitato: morti 3 vigili del fuoco. Trovati inneschi e timer, ipotesi dolosa

Due esplosioni si sono verificate nella notte in una cascina a Quargnento. Tra le macerie trovato un timer. Il proprietario aveva messo in vendita l'immobile all'asta ma era andata deserta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print



Precedente
Successivo


ROMA – Potrebbe essere stata un’azione dolosa e pianificata a uccidere i tre Vigili del fuoco intervenuti per spegnere il rogo nella cascina di Quargnento, in provincia di Alessandria. L’ipotesi si fa strada alla luce del ritrovamento, tra le macerie dell’esplosione, di alcuni elementi che fanno pensare alla presenza di inneschi sulle bombole a gas saltate in aria e addirittura, forse, di un timer impostato per comandare a distanza le esplosioni.

La cascina abbandonata che è saltata in aria era stata messa all’asta senza successo. Il proprietario, a quanto risulta, avrebbe problemi economici e questa è una pista che gli investigatori stanno seguendo. L’uomo, insieme alla moglie, è stato sentito dagli inquirenti come persona informata dei fatti. Le indagini degli inquirenti si concentrano anche su un’altra possibile pista, e cioè quella dei malumori tra l’anziano proprietario dell’abitazione e il figlio.

Il procuratore capo: “Temiamo sia un fatto doloso”

“Oggi piangiamo la morte di tre valorosi vigili del fuoco, questa è la prima cosa- dice il procuratore capo Enrico Cieri intervistato dai giornalisti dopo il sopralluogo nell’edificio esploso-. Stiamo lavorando per capire chi e che cosa ha causato questa tragedia. Dagli elementi che abbiamo acquisito temiamo sia un fatto doloso. Sapete che è stato trovato un timer e una bombola di gas. Questo ci fa pensare che l’esplosione sia stata un’esplosione voluta e deliberatamente determinata“. Si continua a scavare, spiega ancora il magistrato, in primis per mettere in sicurezza la zona, in secondo luogo per escludere che siano altre vittime, visto che l’efidicio è completamente crollato”.

Le esplosioni a più di un’ora di distanza l’una dall’altra

Le esplosioni sono state due, conferma il procuratore Cieri. La prima esplosione è avvenuta prima di mezzanotte, la seconda più tardi, forse intorno all’1.30, ed è stata quella che ha travolto e ucciso i vigili del fuoco già al lavoro per spegnere le fiamme.

Proprio una mancata sincronizzazione del timer potrebbe essere stato la causa della tragedia, perchè la seconda è avvenuta quando erano in corso i soccorsi.

Le prime due vittime sono state individuate subito. La terza più tardi. “Individuato purtroppo senza vita il corpo del vigile del fuoco disperso sotto le macerie dell’edificio crollato. Sono tre i colleghi deceduti e due quelli feriti. Ferito anche un carabiniere #5novembre”, hanno annunciato i Vigili del Fuoco su Twitter. 

VIGILI DEL FUOCO: “DOLORE PER LA PERDITA DEI COLLEGHI”

“Dolore dei vigili del fuoco per la perdita dei colleghi nell’esplosione di Quargnento (AL). Il Capo Dipartimento Salvatore Mulas e il Capo del Corpo Fabio Dattilo esprimono tutta la vicinanza alle famiglie dei tre vigili vittime del dovere e ai colleghi tutti e di Alessandria”. Cosi’ sull’account twitter dei Vigili del fuoco.

MATTARELLA: “VICINO A CORPO VVFF, CON FIDUCIA E RICONOSCENZA”

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Prefetto Salvatore Mulas, Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, il seguente messaggio: “Ho appreso con profonda tristezza la notizia del decesso, durante un intervento in provincia di Alessandria, dei Vigili del Fuoco Antonino Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo. In questa dolorosa circostanza desidero esprimere a lei e al Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco la mia solidale vicinanza, rinnovando il profondo sentimento di fiducia e di riconoscenza per la generosa dedizione al servizio della collettività. La prego di far pervenire ai familiari le espressioni della mia commossa partecipazione al loro cordoglio e ai Vigili del Fuoco feriti gli auguri di pronta guarigione”.

IL CORDOGLIO DI CONTE: “VIGILI DEL FUOCO EROI IN PRIMA LINEA”

“La morte di tre Vigili del fuoco a #Quargnento addolora tutta l’Italia. Il mio commosso pensiero alle vittime e un abbraccio alle famiglie e ai feriti. Solidarietà e pieno sostegno ai Vigili del fuoco, eroi sempre in prima linea per garantire la nostra incolumità”. Cosi’ il presidente del consiglio Giuseppe Conte su twitter.

IL CORDOGLIO DEL M5S: “TRAGEDIA CHE COLPISCE TUTTI”

“La morte di tre Vigili del fuoco a #Quargnento addolora tutta l’Italia. Il mio commosso pensiero alle vittime e un abbraccio alle famiglie e ai feriti. Solidarietà e pieno sostegno ai Vigili del fuoco, eroi sempre in prima linea per garantire la nostra incolumità”. Cosi’ il presidente del consiglio Giuseppe Conte su twitter.

Il MoVimento 5 Stelle esprime il proprio cordoglio e dolore per la morte dei tre vigili del fuoco mentre svolgevano il proprio dovere e si stringe vicino alle loro famiglie: “È una tragedia che colpisce tutti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»