hamburger menu

Fisioterapia pediatrica, gli esperti europei in congresso a Firenze

Per tre giorni centinaia di fisioterapisti lavoreranno insieme confrontandosi sulle più recenti evidenze, approfondendo temi di ricerca e della loro applicazione nella riabilitazione quotidiana

Pubblicato:05-10-2022 14:16
Ultimo aggiornamento:05-10-2022 14:16
Canale: Sanità
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Si apre domani a Firenze la seconda edizione dell’European Pediatric Physiotherapy Congress (EUPPT, 6-8 ottobre), evento promosso dal GIS Fisioterapia Pediatrica dell’Associazione Italiana di Fisioterapia-AIFI in collaborazione con il Master in fisioterapia pediatrica dell’Università di Firenze e con il servizio di riabilitazione dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer. Professionisti da tutta Europa si confronteranno dal 6 all’8 ottobre per promuovere e diffondere conoscenze, ricerche scientifiche, esperienze nell’area della fisioterapia pediatrica e di condividere la pratica clinica e la formazione specialistica professionale.

“Abbiamo voluto fortemente sostenere l’organizzazione in Italia della seconda edizione dell’EUPPT perchè il nostro Paese, anche grazie al Master specialistico in questo campo attivo da anni proprio a Firenze, è sempre stato motore di innovazione e conoscenza in questo campo- sottolinea Simone Cecchetto, presidente AIFI- la Fisioterapia Pediatrica, grazie alla quotidiana esperienza di multidisciplinarietà, di presa in carico di condizioni complesse e multidimensionali, di long term care in disabilità progressive o persistenti, di profonda attenzione al ruolo dei fattori contestuali nella miglioramento della qualità di vita, aiuta tutto il mondo della Fisioterapia e anche della Salute ad affrontare al meglio le nuove sfide della cronicità”.

Quale contributo offre il GIS Pediatrico a questo grande evento internazionale? “La prima edizione del Congresso, tenutasi ad Utrecht nel 2019, si è rivelata un’esperienza estremamente arricchente che ha sottolineato l’importanza della costruzione di una rete europea di fisioterapisti pediatrici- risponde Antonella d’Aversa, vicepresidente del GIS Fisioterapia Pediatrica- Il nostro Gruppo di interesse scientifico, che da sempre crede nella forza del team, ha accolto, con il sostegno del Consiglio Direttivo AIFI e il supporto dello staff comunicazione, l’invito a portare avanti questo progetto di networking, con l’obiettivo di incoraggiare la realizzazione di connessioni forti e promuovere progetti concreti. Un contributo importante è stato offerto anche dal Master in Fisioterapia Pediatrica dell’Università di Firenze e dall’Unità Professionale di Riabilitazione dell’Ospedale Meyer, che da sempre collaborano con il nostro GIS”.

Per tre giorni centinaia di fisioterapisti lavoreranno insieme confrontandosi sulle più recenti evidenze, approfondendo temi di ricerca e della loro applicazione nella riabilitazione quotidiana. Quali sono i macro-temi più rilevanti che saranno approfonditi nel programma? Precisa d’Aversa: “Il programma scientifico è incentrato su tre temi principali: le neuroscienze in fisioterapia pediatrica, base per la costruzione del trattamento riabilitativo e lo sviluppo di nuove tecnologie ad esso integrate, le disabilità complesse, sfida importante per il fisioterapista moderno a cui vengono richieste competenze ad ampio raggio, avanzate e iperspecialistiche, e la fisioterapia in adolescenza, fase delicata e di passaggio dall’infanzia all’età adulta che richiede di mettersi in gioco sia nelle proposte che nelle modalità di intervento e comunicazione”.

Il panel di voci internazionali che interviene a Firenze è amplissimo e qualificato e comprende esperti che vengono da Portogallo e Svizzera, Svezia e Olanda, Belgio e Spagna. Chi sono i fisioterapisti esperti italiani che interverranno come relatori e quali sono i loro contenuti? Risponde la vicepresidente del GIS: “Numerosi fisioterapisti italiani e stranieri si alterneranno durante le sessioni del Congresso. Ne menzioniamo soltanto alcuni: Laura Beccani (Reggio Emilia) e Giulio Valagussa (Como) approfondiranno, in un workshop precongressuale dal grande richiamo, le tematiche inerenti le strategie di valutazione e trattamento del toe-walker, il bambino che cammina sulle punte. Con Maurizio Petrarca (Presidente GIS Neuroscienze, Roma, Bambino Gesù) e colleghi sarà affrontata la tematica delle teorie ecologiche dell’apprendimento motorio e la loro ricaduta in fisioterapia pediatrica mentre Serena Barsaglini (USL Toscana Centro) approfondirà la tematica della promozione dell’attività fisica nel bambino con diverse abilità. Beatrice Ferrari (Meyer Firenze) ed Elia Bassini (Presidente GIS Pavimento Pelvico, Perugia), rispettivamente, le problematiche respiratorie nelle condizioni complesse e il management delle disfunzioni pelvi-perineali in adolescenza. Matteo Pirinu (Meyer Firenze), insieme a colleghi europei e italiani, coordinerà le sessioni di discussione interattiva sui temi principali del Congresso”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-10-05T14:16:50+01:00