hamburger menu

Pillola anticoncezionale, l’Aifa discute la gratuità per le under 25

In quattro regioni italiane è già possibile averla in consultorio. Adinolfi: "Si fa ogni cosa per non far nascere i figli"

Pubblicato:05-10-2022 13:20
Ultimo aggiornamento:05-10-2022 13:20
Canale: Sanità
Autore:
pillola anticoncezionale
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – La pillola anticoncezionale potrebbe presto essere resa gratuita anche in Italia per le donne con meno di 25 anni, così come già avviene in Francia. Il tema è all’ordine del giorno dell’odierna riunione dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Oggi è, infatti, in programma una discussione congiunta Commissione tecnico scientifica (Cts) e Comitato prezzi e rimborso (Cpr) per gettare le basi sulla possibile rimborsabilità dei contraccettivi orali.

Una decisione che seguirebbe l’esempio di quanto già avviene in alcune regioni. In Emilia-Romagna, Toscana, Puglia e Lombardia, infatti, le under 25 possono già oggi richiedere la pillola gratuitamente ai consultori. Secondo i dati riportati dall’Aifa, sono 2,5 milioni le italiane che fanno uso quotidiano dell’anticoncezionale.

PILLOLA GRATIS, ADINOLFI: SI FA OGNI COSA PER NON FAR NASCERE FIGLI

“Tra Ru486 nei consultori, pillola dei 5 giorni dopo senza ricetta a tutte, anticoncezionali gratis, si fa ogni cosa per non far nascere figli. Il contrario di quel che serve all’Italia”. Così su Twitter Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia, commenta la discussione in corso all’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) sulla possibilità di rendere gratuita la pillola anticoncezionale per le under 25.

LEGGI ANCHE: Giulia vs Laura Boldrini, pillola anticoncezionale o abortiva: ma chi ha ragione?

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-10-05T13:20:38+01:00