Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ambiente, energia e sostenibilità made in Scampia premiate a Expo con il concorso Enel PlayEnergy

NAPOLI - Da Scampia a Expo con un contest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

scampiaNAPOLI – Da Scampia a Expo con un contest targato energia e sostenibilità. Enel porta all’Esposizione universale gli studenti della “Sandro Pertini” di Napoli per le premiazioni internazionali del concorso Playenergy, per cui gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado si sono confrontati con i temi dell’energia e dell’ambiente. I ragazzi che hanno frequentato la III E nell’anno scolastico 2013/2014 saranno a Milano giovedì 8 ottobre come assegnatari di una “menzione speciale” da parte della giuria. I ragazzi napoletani, guidati dalle docenti Patrizia Auletta e Maria Pia Amoresano, hanno partecipato al contest presentando “Illuminiamo Scampia”, un progetto di riqualificazione del quartiere in cui vivono. Dopo un accurato sopralluogo, gli studenti hanno riprogettato il sistema di illuminazione della piazza principale, studiato diverse opportunità e allestimenti per ospitare eventi dedicati alla promozione e alla vendita di prodotti alimentari locali. La piazza tornerebbe così a essere il cuore del quartiere. Fanno parte del piano di recupero anche gli interventi per l’illuminazione e la riapertura del parco e della villa comunale e il potenziamento di servizi, come il trasporto pubblico e le opere di ristrutturazione dei condomini. La III E della “Sandro Pertini” sarà tra le 18 classi premiate, 14 italiane e 4 provenienti da Spagna, Cile, Romania e Russia.

“E’ un dato straordinario che ragazzi così giovani si interessino al cambiamento del proprio territorio e decidano di prendere parte ad un progetto di idee per proporre i propri progetti. – dichiara l’Assessore ai Giovani del Comune di Napoli Alessandra Clemente – Bisogna promuovere e incentivare iniziative come questa che offrono ai più giovani la possibilità di esprimersi. L’iniziativa di Enel è stata importante anche per il ruolo che ha inteso dare alle scuole che hanno saputo guidare i giovani studenti in un’operazione così innovativa”. All’edizione 2013/2014 del concorso hanno partecipato oltre 400 scuole e oltre 16mila studenti da tutta la Campania.

PlayEnergy è il progetto internazionale che Enel dedica al mondo della scuola dal 2003, per promuovere una cultura energetica responsabile fra studenti e insegnanti di 10 Paesi. Per l’anno scolastico 2013/2014, la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco ha concesso il patrocinio al concorso. Playenergy è anche un momento di confronto, incontro e scoperta. Per questo Enel, global official partner di Expo, ha scelto di portare i ragazzi che si sono distinti in questa edizione del concorso al grande evento internazionale a Milano, dove potranno confrontarsi con i temi di sviluppo e sostenibilità e incontrare altre culture.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»