Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Premio volontariato Vda, candidature entro 10 settembre

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(DIRE – Notiziario Sanità e Politiche sociali) Aosta, 5 set. – Ultimi giorni per aderire alla dodicesima edizione del Premio regionale per il volontariato, rivolto ai progetti che mirano a fronteggiare le nuove fragilità e le emergenze inedite emerse con la pandemia. Le associazioni di volontariato e gli enti pubblici o privati con sede in Valle d’Aosta interessati dovranno proporre le loro candidature entro le 13 di venerdì 10 settembre. Eventuali proposte di candidati potranno arrivare anche dal Coordinamento Solidarietà Valle d’Aosta.
Possono essere candidate associazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, gruppi di volontari appartenenti a un’associazione di volontariato ed enti con finalità di solidarietà sociale che operino a titolo volontario sul territorio regionale. L’assegnazione del premio e dei riconoscimenti è affidata ad un’apposita giuria, presieduta dal presidente del Consiglio e da un presidente onorario e composta dai membri dell’ufficio di Presidenza del Consiglio regionale (o loro delegati), un rappresentante per ogni Lions Club e Rotary Club che sostiene il Premio, un rappresentante della sezione valdostana dell’Associazione nazionale alpini, un rappresentante del Csv Vda e due ulteriori rappresentanti del mondo del volontariato della Valle d’Aosta.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»