Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Negazionisti del Covid in piazza, Zingaretti: “Fermatevi”

Il segretario del Pd chiede l'annullamento della manifestazione di Roma: "Il Covid non si nega, si combatte"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Fermatevi! La manifestazione è un errore. Siete ancora in tempo per annullarla. Rispettate vittime, famiglie, operatori della sanità, i sacrifici degli italiani. Il Covid non si nega, si combatte. Chiedo a tutta la politica di prendere le distanze da questa follia!”. Lo scrive sui social il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

LEGGI ANCHE: Roma, in piazza i negazionisti del Covid: “Saremo tanti e senza mascherina”

CORONAVIRUS, ZINGARETTI: “CON LA DESTRA ITALIA NELL’ABISSO”

“Partiamo da una consapevolezza: le politiche della destra nazionalista si sono rivelate sbagliate e avrebbero portato l’Italia nell’abisso internazionale: l’Italia sarebbe stata più sola. Per fortuna in questi mesi drammatici per L’Italia, l’Europa e il mondo l’Italia non è stata governata dalle destre perché i picconi, l’odio e i nazionalismi sono risposta dal passato che uccide la speranza. Invece grazie all’impegno dell’Italia è avvenuta una svolta”, ha invece detto Zingaretti, nel corso di una conferenza stampa in video connessione durante la quale sono state lanciate le proposte del Pd sull’utilizzo del recovery fund ma anche la campagna per le regionali “Dalla parte delle persone”. (di Emiliano Pretto)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»