Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Costo babysitter in calo: si pagano 7,90 euro l’ora

I genitori, tornati al lavoro dopo l’estate, possono tirare un sospiro di sollievo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – In media 7,90 euro. E’ la tariffa oraria richiesta per il babysitting in Italia nel 2018. In calo del 5,27% rispetto al 2017. I genitori, tornati al lavoro dopo l’estate, possono tirare un sospiro di sollievo: non c’e’ stato e non ci sara’ un aumento dei costi, anzi. Le regioni piu’ care sono: l’Umbria (8 euro), il Lazio (8,31), il Molise (8). Quelle meno care sono: la Campania (7,39 euro), la Puglia (7,53), la Basilicata (7,11). 

La diminuzione delle tariffe e’ dovuta da un lato da un aumento del numero d’iscrizioni di babysitter (+105% rispetto al 2017), tra le quali ritroviamo anche delle giovanissime, e dall’altro dalla diffusione sempre maggiore di piattaforme specializzate in questo settore. 

“Dopo un 2017 che ha registrato un aumento vertiginoso dei prezzi mettendo in crisi i genitori- spiegano da Yoopies- quest’anno i prezzi del babysitting si sono ‘normalizzati’ grazie a piattaforme on line, come la nostra, che permettono di trovare un collaboratore di fiducia competente spendendo poco”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»