Costo babysitter in calo: si pagano 7,90 euro l’ora

I genitori, tornati al lavoro dopo l’estate, possono tirare un sospiro di sollievo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – In media 7,90 euro. E’ la tariffa oraria richiesta per il babysitting in Italia nel 2018. In calo del 5,27% rispetto al 2017. I genitori, tornati al lavoro dopo l’estate, possono tirare un sospiro di sollievo: non c’e’ stato e non ci sara’ un aumento dei costi, anzi. Le regioni piu’ care sono: l’Umbria (8 euro), il Lazio (8,31), il Molise (8). Quelle meno care sono: la Campania (7,39 euro), la Puglia (7,53), la Basilicata (7,11). 

La diminuzione delle tariffe e’ dovuta da un lato da un aumento del numero d’iscrizioni di babysitter (+105% rispetto al 2017), tra le quali ritroviamo anche delle giovanissime, e dall’altro dalla diffusione sempre maggiore di piattaforme specializzate in questo settore. 

“Dopo un 2017 che ha registrato un aumento vertiginoso dei prezzi mettendo in crisi i genitori- spiegano da Yoopies- quest’anno i prezzi del babysitting si sono ‘normalizzati’ grazie a piattaforme on line, come la nostra, che permettono di trovare un collaboratore di fiducia competente spendendo poco”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»