Roma, Raggi: “Su sgomberi ‘linea soft’ concordata su prefettura”

Per Virginia Raggi la priorità è "coniugare le esigenze di legalità e di tutela dei proprietari con quelle del rispetto dei diritti della persona"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La lista di priorità l’abbiamo stilata insieme alla Prefettura già a gennaio di quest’anno, è stato un lavoro molto importante per individuare le modalità con cui coniugare le esigenze di legalità e di tutela dei proprietari con quelle del rispetto dei diritti della persona. Assieme alla Prefettura stiamo attuando questa modalità soft che consenta appunto di tenere insieme queste due esigenze”. Così il sindaco di Roma, Virginia Raggi, al termine della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza dedicata al tema degli sgomberi che si è tenuta in Prefettura questa mattina alla presenza del prefetto Paola Basilone e dei rappresentanti delle forze dell’ordine.

“Tra quanto i primi sgomberi? Le situazioni sono estremamente delicate perché stiamo parlando di persone, dobbiamo esaminare bene tutte le situazioni caso per caso- ha aggiunto Raggi- Non possiamo dimenticare che ci sono situazioni in cui le condizioni igieniche e sanitarie richiedono un intervento rapido, ci sono poi altre situazioni in cui gli stabili sono pericolanti e le persone che sono dentro vanno messe in sicurezza. In più abbiamo anche situazioni in cui esistono provvedimenti dell’autorità giudiziaria”.

ROMA. SGOMBERI, RAGGI: AVVIATO STUDIO SU CIRCOLARE SALVINI

“Abbiamo attuato uno studio di questa nuova direttiva (la circolare sugli sgomberi emanata dal Viminale, ndr) che proseguirà nelle prossime settimane. Sicuramente ci sarà un coinvolgimento attivo della Regione”. Così il sindaco di Roma, Virginia Raggi, al termine della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza dedicata al tema degli sgomberi che si è tenuta in Prefettura questa mattina alla presenza del prefetto Paola Basilone e dei rappresentanti delle forze dell’ordine.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»