Ponte Morandi, Martina: “Da Toninelli solo propaganda scomposta”

"Bisognava partire con un ragionamento concreto e responsabile per Genova ed invece il ministro non ha saputo dire nemmeno chi fara’ il ponte"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ieri e’ stata un’occasione persa. Il Ministro Toninelli ha fatto solo propaganda, anche parecchio scomposta. Abbiamo fatto domande precise che ha sviato. Bisognava partire con un ragionamento concreto e responsabile per Genova ed invece il ministro non ha saputo dire nemmeno chi fara’ il ponte. La giornata di ieri e’ stata segnata dalla polemica tra il Governo e le istituzioni liguri a svantaggio dei cittadini che non si meritano tutto questo”. Lo dichiara il segretario del Partito democratico Maurizio Martina ospite a Radio24.
LAVORO DI RICOSTRUZIONE DEVE ESSERE PROFONDO
“Il punto per noi e’ riorganizzarci. Il lavoro di ricostruzione deve essere profondo. Io mi rendo conto che dobbiamo rispondere al tema di un pensiero nuovo, riformista e democratico. Questo lavoro di riprogettazione politico e culturale lo dobbiamo fare. Credo che la questione per noi sia ricostruire questo pensiero dentro a un mondo che e’ completamente cambiato. Serve quindi un’alternativa forte. Non sono qui a raccontare che e’ tutto facile. Sono qui per mettere a disposizione il mio impegno per un lavoro comune”.  Il segretario del Partito democratico aggiunge – sono d’accordo sul fatto che noi dobbiamo scuoterci. Pero’ senza perdere la coerenza e la verita’. Perche’ io ho visto i leader di questo governo dire il falso per opera di propaganda. Io non correro’ mai dietro a loro, non diro’ mai il falso, introiettando altra rabbia nel dibattito pubblico. Sarebbe sbagliato e non lo faro’ mai”.
UE. MARTINA: COSTRUIRE ALTERNATIVA DALL’ITALIA
“Dobbiamo lavorare assieme ad altre forze europeiste contro chi vuole far saltare l’Europa. Il tema e’ come si costruisce un’alleanza per rilanciare il progetto europeo e noi stiamo lavorando per costruire dall’Italia un’alternativa a Salvini e ai nazionalisti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»