A Firenze 3,2 milioni di euro con Art bonus

Franceschini: "Che la donazione entri nell'abitudine dei cittadini"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

franceschiniFIRENZE – Sono 3,2 milioni di euro la cifra fruttata per Firenze e per i beni culturali grazie all’Art bonus. Lo ha annunciato il sindaco di Firenze, Dario Nardella nel corso di una tavola rotonda agli Uffizi.

Il sindaco ha auspicato un nuovo patto fra pubblico e privato con un principio chiaro: “Aprire al privato non significa ne’ privatizzare i beni culturali, ne’ implicare una bieca commercializzazione”.

In merito alla legge sull’Art bonus ha aggiunto il ministro per i Beni Culturali, Dario Franceschini, questa “e’ partita in forma sperimentale e ha dato grandi risultati, e’ stata stabilizzata con la scorsa legge di bilancio, i numeri sono importanti sia per l’Italia che per Firenze”. Il desiderio del governo e’ “che questo sia soltanto l’inizio- ha spiegato-, in modo che nell’abitudine dei cittadini entri il crowdfundig, cioe’ la piccola donazione, gli amici dei musei, il sostegno al patrimonio della propria citta’ con piccole donazioni, e che nell’abitudine delle imprese entri la grande donazione in modo che la valutazione sul bilancio sociale di un’impresa abbia come capitolo centrale anche quanto un’impresa destina al patrimonio culturale della propria citta’”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»