Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Prelievi dei minori: protesta a Montecitorio, il legale di Laura Massaro: “Prassi malvagie, devono finire”

Lorenzo Stipa Imagoeconomica_1336356-min
"Non è possibile che i bambini vengano prelevati con la forza come fossero dei criminali. Il presidente della Repubblica intervenga"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Anche Lorenzo Stipa, legale di Laura Massaro, icona delle mamme coraggio accusate di alienazione parentale, si è unito oggi alla protesta delle altre mamme coraggio di fronte a Montecitorio. “Siamo qui- ha detto- per continuare la protesta che va avanti da giorni contro i prelevamenti coatti dei minori. Non ci fermeremo finché non ci sarà un intervento serio da parte dei ministeri dell’Interno e della Giustizia e di tutte le istituzioni. Non è possibile che i bambini vengano prelevati con la forza come fossero dei criminali”. “È uno scandalo- ha aggiunto Stipa- che succede in molti paesi del mondo e purtroppo anche l’Italia ha questa brutta pagina di storia che colpisce in particolare le donne e i loro bambini. Anche di fronte a denunce di violenza, maltrattamenti e abusi- ha concluso- le donne non vengono credute e i loro figli vengono loro tolti. Queste prassi malvage dei tribunali devono finire e ci auguriamo un intervento da parte del Presidente della Repubblica”. 

LEGGI ANCHE: Il legale di Laura Massaro: “Servizio sociale chieda la revoca del decreto di allontanamento”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»