Mercatone Uno, Landini: “Con cassa integrazione il problema non è risolto”

Lo ha dichiarato il segretario generale del Cgil Maurizio Landini dopo aver incontrato a Bari una delegazione dei lavoratori delle sedi pugliesi del Mercatone uno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Con il riconoscimento della cassa integrazione il problema non è risolto”. Lo ha dichiarato il segretario generale del Cgil Maurizio Landini dopo aver incontrato a Bari una delegazione dei lavoratori delle sedi pugliesi del Mercatone uno, chiuse dallo scorso maggio per fallimento.

“La cassa integrazione viene calcolata sugli orari che i lavoratori erano stati costretti a firmare, per tentare di salvare il posto di lavoro, la metà quindi 20-24 ore – ha aggiunto – Invece noi stiamo rivendicando che la cassa integrazione debba essere calcolata sulle 40 ore settimanali”.

“C’è bisogno inoltre, che commissari e governo evitino uno spezzatino di quelle attività e si ragioni su come sia possibile farli tornare a lavorare dentro un’idea che dia garanzie a tutti”, ha continuato Landini.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»