Rifiuti, Roma pulita in 7 giorni: cosa dice l’ordinanza della Regione Lazio

L'atto, che durerà fino a settembre, impone da una parte ai tutti gli impianti del Lazio (Tmb, discariche e l'inceneritore di San Vittore) di prendere i rifiuti di Roma e dall'altra ad Ama di svolgere una serie di compiti in tempi precisi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Entro una settimana Roma deve essere pulita. E’ il cuore dell’ordinanza firmata questa mattina, al termine di una conferenza stampa, dal governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, e dall’assessore regionale ai Rifiuti, Massimiliano Valeriani. L’atto, che durerà fino a settembre, impone da una parte ai tutti gli impianti del Lazio (Tmb, discariche e l’inceneritore di San Vittore) di prendere i rifiuti di Roma e dall’altra ad Ama di svolgere una serie di compiti in tempi precisi.

LEGGI ANCHE A Roma è allarme rifiuti, Ama: “Ogni mese una montagna alta come il Vesuvio”

In particolare di “provvedere all’immediata pulizia, raccolta dei rifiuti e disinfezione/disinfestazione in adiacenza di siti sensibili (ovvero in adiacenza di strutture sanitarie e socio-assistenziali, strutture per l’infanzia, mercati rionali, esercizi di ristorazione), da completare entro il termine di 48 ore dalla notifica della presente ordinanza; provvedere alla raccolta dei rifiuti e alla pulizia nel restante territorio di Roma Capitale entro 7 giorni a decorrere dalla notifica della presente ordinanza”.

REGIONE LAZIO AD AMA: 300 CASSONETTI IN PIÙ IN STRADA IN 3 GIORNI

Più cassonetti e più mezzi in strada per risolvere l’emergenza rifiuti a Roma. La Regione lo chiede ad Ama nell’ordinanza del presidente Nicola Zingaretti: “Anche a seguito degli ultimi eventi che hanno diminuito il numero dei cassonetti disponibili, entro 7 giorni a decorrere dalla notifica della presente ordinanza Ama dovrà assicurare la provvista dei primi 300 cassonetti entro 3 giorni”.

E ancora: “Più mezzi per la raccolta rifiuti sia differenziata che indifferenziata, stradale o porta a porta, al fine di minimizzare la permanenza dei rifiuti per le strade, anche con l’ausilio di ditte appaltatrici, entro 7 giorni a decorrere dalla notifica della presente ordinanza. Garantire raccolta, trasporto e lavorazioni nei propri impianti anche nei giorni festivi”.

REGIONE LAZIO AD AMA E COMUNE ROMA: AGGIORNAMENTI OGNI 3 GIORNI

“Ama e Roma Capitale dovranno fornire aggiornamenti ogni 3 giorni sullo stato di adempimento degli ordini sopra elencati”, si legge ancora nell’ordinanza. “I dipartimenti di igiene e sanità pubblica delle aziende sanitarie Roma 1, Roma 2 e Roma 3 dovranno attivare protocolli di verifica e monitoraggio”.

ZINGARETTI: A SETTEMBRE GARA EUROPEA PER VENDITA LAZIO AMBIENTE

A settembre ci sarà la gara europea per la cessione di Lazio Ambiente, azienda che gestisce la discarica di Colleferro. Il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, a margine della conferenza stampa sull’ordinanza per l’emergenza rifiuti a Roma ha spiegato che “il cda da di Lazio Ambiente ha approvato le linee guida del bando a settembre si farà la gara europea”.

L’asset principale di quella gara sarà il megaimpianto da 500mila tonnellate l’anno che dai rifiuti urbani tritovagliati (in particolare quelli di Roma e Provincia) estrarrà biocarburanti e recupererà materie prime-seconde: “Al posto dei due termovalorizzatori nascerà la più importante fabbrica green per il riuso e il riciclo fino al 90% del rifiuto in ingresso”, ha spiegato Zingaretti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

5 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»