Africa, anche in Guinea Bissau un governo per la parità di genere

Dopo Etiopia, Sudafrica e Ruanda 8 ministeri a donne e 8 a uomini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo Sudafrica, Ruanda ed Etiopia anche la Guinea Bissau fa un passo nella direzione della parita’ di genere al vertice dello Stato.
Nell’esecutivo nominato dal presidente Jose’ Mario Vaz la suddivisione dei ministeri e’ di otto a otto, con dirigenti donne alla guida di portafogli di valore come Esteri, Sanita’ pubblica o Agricoltura.

Della composizione del governo hanno riferito oggi anche testate e portali di informazione regionali. In evidenza quella che e’ definita ormai come una tendenza africana, che si starebbe facendo strada anche nel quadrante ovest del continente, come chiesto per altro dalla Comunita’ economica degli Stati dell’Africa occidentale (Ecowas/Cedeao).

La Guinea Bissau e’ un’ex colonia portoghese, indipendente dal 1975. La composizione dell’esecutivo e’ stata annunciata circa quattro mesi dopo le elezioni legislative del 10 marzo. Il nuovo ministro degli Esteri sara’ Suzi Barbosa, quello della Sanita’ Magda Nely Robalo Silva, quello dell’Agricoltura Nelvina Barreto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

5 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»