Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Vaccini, Burioni: “Se calano coperture comunità a rischio”

Lo dice il medico Roberto Burioni, professore di Microbiologia e Virologia all'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, a Rainews 24
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Se la coperture vaccinali dovessero diminuire tutta la comunità sarebbe in grave pericolo. Non dobbiamo consentire sulla base di superstizioni di mettere in pericolo la nostra salute e quella dei bambini. Nessuna liberta’ di scelta a chi tiene un comportamento pericoloso o che insultano un campione di pallavolo che ha vaccinato la figlia facendo il suo dovere di padre e cittadino”. Lo dice il medico Roberto Burioni, professore di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, a Rainews 24, commentando le decisioni della ministra della Salute Giulia di Grillo di consentire l’iscrizione al prossimo anno scolastico con una autocertificazione sui vaccini fatti dall’alunno.

La legge Lorenzin funziona, non va depotenziata

“La legge Lorenzin sta funzionando. Dopo anni di calo le coperture vaccinali cominciano a risalire”. Quindi, “la legge va rafforzata e non depotenziata. Speriamo che le proposte di legge della maggioranza di governo siano nel senso della difesa del diritto allo studio non solo dei bambini e dei genitori che non vaccinano sulla base di superstizioni senza senso, ma anche in difesa di quei bambini che, ad esempio, guariscono da un tumore e non possono vaccinarsi. Hanno anche loro dei diritti”. Lo dice il medico Roberto Burioni, professore di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, a Rainews 24, commentando le decisioni della ministra della Salute Giulia di Grillo di consentire l’iscrizione al prossimo anno scolastico con una autocertificazione sui vaccini fatti dall’alunno. Comunque, osserva Burioni, “i decisori avranno un lavoro facile. Le stesse vaccinazioni che facciamo noi, le fanno in tutto il mondo”. Certo, “dove possono permettersele”

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»