“Sposerò Harry Potter”, il romanzo della Whatsapp generation

Le due autrici, Belinda Barth & Elisa Capanni, il 7 giugno incontrano il pubblico a Casalecchio di Reno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La pagina stampata incontra il linguaggio dei giovani. Nasce così “Sposerò Harry Potter”, di Belinda Barth & Elisa Capanni, edito da Rusconi Libri, un’opera innovativo nella quale le chat di WhatsApp diventano un romanzo.

Il 7 giugno dalle ore 16.00 alla Mondadori di Casalecchio di Reno c/o Centro commerciale Meridiana in via Aldo Moro 36/38 a Casalecchio di Reno, le due autrici saranno protagoniste di un incontro con il pubblico durante il quale firmeranno le copie del libro.

“Sposerò Harry Potter”, sinossi

“Sposerò Harry Potter” racconta la storia di Ariel, studentessa liceale al primo anno, che si sente brutta e sfigata. A differenza di tutte le sue coetanee non ha avuto ancora le mestruazioni né ha mai dato un bacio a un ragazzo. Secondo un recente studio usiamo in media 3 ore al giorno gli smartphone: circa 22 ore a settimana, 50 giorni all’anno con la faccia sullo schermo del telefono. “Sposerò Harry Potter” ce lo mostra: è il primo romanzo a dare voce alla Whatsapp generation.

“Si tratta del primo episodio di una serie di cinque racconti incentrati sugli anni delle superiori. I libri per ragazzi vengono pensati e scritti per piacere ai genitori, noi invece ci siamo rivolte direttamente ai lettori adolescenti usando il loro linguaggio fatto di emoticon, slang, abbreviazioni. Primi amori, bullismo e dislessia sono argomenti abituali per i ragazzi ma non per gli adulti, il nostro obiettivo era affrontare temi seri con leggerezza” sottolineano le autrici bolognesi d’adozione, Belinda Barth e Elisa Capanni.

Chi sono Belinda Barth e Elisa Capanni

Belinda Barth è un’artista eclettica del panorama indipendente con esperienze nel teatro (Estragone), televisione (TelePordenone), radio (TPNHitEnergy, Radio Dolcissima), cinema (Iros, Slot Machine), web (Channel di Nerd), fumetto (Eva Chan) e illustrazione (Cover CD Gem Boy). È stata la prima mangaka (autrice di fumetti) italiana a distribuire i suoi fumetti in via ufficiale dal 2005. Elisa Capanni ha già pubblicato racconti su Playboy Italia, i Classici dei Gialli Mondadori e in varie raccolte.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

5 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»