Expo, Mattarella: “Dare il cibo in scadenza a chi non ne ha”

S. Mattarella

S. Mattarella

ROMA – “Ai diritti corrispondono sempre dei doveri e tra i nostri doveri c’è quello di ridurre gli sprechi. Non è tollerabile che ogni anno tonnellate di cibo vengano disperse. È possibile fare in modo che prodotti invenduti, in prossimità della scadenza, vengano distribuiti tra chi non ne ha a sufficienza?”. E’ la proposta del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, a Milano in visita all’Expo.

 

“Lo spreco è un insulto alla società, al bene comune, all’economia del nostro come di ogni altro Paese”, dice Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica. “Alcuni progetti di solidarietà stanno dando risultati positivi, occorre estenderli valutando come intervenire con strumenti legislativi di sostegno- auspica Mattarella- ridurre gli sprechi è un grande impegno pubblico cui possono partecipare da protagonisti la società civile organizzata, il volontariato, il no profit, la cooperazione, l’impresa in ogni modo”. La cultura “dello scarto e del consumo illimitato non si conciliano più in alcun modo con il futuro possibile né con lo sviluppo economico: è questa la novità del nostro tempo- conclude il Presidente della Repubblica- uscire dalla crisi di questi anni vuol dire saper innovare e cambiare rotta”.

5 Giugno 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»