hamburger menu

Dai bagni gratis agli spettacoli sui sagrati: a Firenze arriva il pacchetto movida

Il sindaco Nardella ha illustrato le novità durante la conferenza stampa convocata sul tema in Prefettura. Si parte a giugno

Firenze

FIRENZE – Non solo i 24 steward finanziati dal Comune di Firenze e dalla Camera di commercio (e già in azione). Dal primo fine settimana di giugno bagni gratis, divieti e spettacoli sui sagrati, raccolta rifiuti e panchine. Sono questi i cinque punti che definiscono il pacchetto studiato da Palazzo Vecchio per il controllo della movida. Cinque punti e tre piazze attenzionate, dove cioè insisteranno i provvedimenti: Santo Spirito, Santa Croce e Sant’Ambrogio. Le scelte le illustra il sindaco Dario Nardella durante la conferenza stampa convocata sul tema in prefettura.

NARDELLA: “DA GIUGNO A SETTEMBRE 60 EVENTI”

Si parte da alcuni classici, le conferme delle misure già prese gli scorsi anni sui sagrati delle chiese. Al divieto di bivacchi, impresso da anni nel regolamento comunale, il venerdì e il sabato sera non si potrà né bere né mangiare. Nei due giorni in questione, sempre la sera e la notte, ci si potrà sedere sugli scalini dei sagrati, ma sempre senza bere né mangiare.

Da giugno a settembre, infine, verranno organizzati 60 eventi: due a settimana a Santo Spirito, assicura il primo cittadino. Che da qui in poi annuncia le tre novità del piano. Partendo dal decoro: dal giovedì al sabato, nelle pertinenze delle tre piazze i bagni pubblici resteranno aperti fino alle 3 del mattino e dalle 21 saranno gratuiti. Un accesso libero su cui l’amministrazione investe 70.000 euro di risorse del proprio bilancio. “Così non ci saranno più scuse”, dice subito Nardella, che avverte: “Guai a considerare la città come una latrina. Ho già dato mandato al comandante della municipale: pugno duro per chi urina fuori dai bagni”.

“BENE I PATTUGLIAMENTI ALLA STAZIONE”

Oltre a questo “predisporremo un piano per le sedute libere”: panchine su cui i giovani potranno sedersi senza l’obbligo della consumazione. Infine, nelle zone più affollate sarà attivo un presidio di Alia. In pratica il venerdì e il sabato, dalle 21 in poi è previsto un addetto chiamato a svuotare i bidoni e a pulire, così non si avrà più la scusa dei bidoncini pieni, ammonisce ancora il sindaco.

Nardella, infine, apprezza la mossa studiata dal prefetto Valerio Valenti per il controllo della stazione, ovvero i pattugliamenti misti tra Carabinieri e militari dell’esercito. “Accolgo l’iniziativa con grande favore, perché la stazione è il biglietto da visita della nostra città”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-05T18:02:37+02:00