Comunali Roma, trattativa Pd-M5s si allarga a Napoli per candidare Zingaretti

nicola zingaretti
Il Pd sarebbe pronto a offrire il sostegno alla candidatura grillina di Roberto Fico a sindaco di Napoli, ma dall'altra parte i 5 Stelle dovrebbero accettare la candidatura di Zingaretti contro Virginia Raggi a Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Pd le vuole tentare tutte prima di dovere accettare l’impossibilità di candidare Nicola Zingaretti a sindaco di Roma. In queste ore, secondo quanto risulta all’agenzia Dire, sarebbe in corso una trattativa sull’asse Roma-Napoli tra l’ex ministro e responsabile Enti locali dei Dem, Francesco Boccia, e i massimi vertici del M5S nazionale, che sembra essere l’ultima carta giocabile per convincere il governatore del Lazio a correre per il Campidoglio. Il ragionamento sarebbe il seguente: il Pd è pronto a offrire il sostegno alla candidatura grillina di Roberto Fico a sindaco di Napoli (rinunciando così all’ipotesi dell’ex ministro dell’Università Gaetano Manfredi) ma dall’altra parte i 5 Stelle dovrebbero accettare la candidatura di Zingaretti contro Virginia Raggi a Roma senza uscire dalla giunta regionale del Lazio (dove sono entrati appena due mesi fa) e andando in coalizione col centrosinistra alle elezioni regionali. Che verosimilmente si svolgerebbero a dicembre perché le dimissioni di Zingaretti da governatore arriverebbero a settembre, quando dovrebbe accettare la candidatura a sindaco, un mese prima delle elezioni previste il 3 o il 10 ottobre.

Questa trattativa in corso è il motivo per il quale non si sarebbe tenuto l’incontro previsto per questo pomeriggio tra il segretario del PD, Enrico Letta, il segretario regionale Dem, Bruno Astorre, e quello capitolino, Andrea Casu. Secondo le alte sfere democratiche la “blindatura” dell’asse Pd-5S nel Lazio ora e per il futuro insieme alla possibilità di andare al voto regionale a dicembre, evitando così la pericolosa contemporaneità con le elezioni di Roma, sarebbero le chiavi capaci di sbloccare i “No grazie” che Zingaretti sta recapitando al partito per rispondere al pressing che da qualche mese si sta intensificando su di lui. Tuttavia, nonostante il forte desiderio di Enrico Letta di candidare il presidente del Lazio al Campidoglio (in una partita dove sa che si “giocherà l’osso del collo”), le possibilità di riuscita dell’operazione in corso non sembrano alte, anche perché, secondo quanto risulta all’agenzia Dire, i 5 Stelle nel Lazio sono convinti che “questo schema non si regge” e che la candidatura più probabile del centrosinistra a Roma resti quella di Roberto Gualtieri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»