Israele, Netanyahu non ce la fa: l’incarico di governo a Yair Lapid

Dirigente del Likud, un partito conservatore, Netanyahu è stato primo ministro di Israele dal 1996 al 1999 e poi ancora dal 2009
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo 28 giorni di tentativi andati a vuoto, a provare a formare il nuovo governo di Israele non sarà più il premier uscente Benjamin Netanyahu ma Yair Lapid, ex giornalista alla guida del partito liberale Yesh Atid. Come ricostruiscono nelle loro edizioni online Haaretz e altri quotidiani, l’affidamento dell’incarico è stato comunicato in serata dal presidente Reuven Rivlin. La decisione era stata anticipata oggi da una dichiarazione di Naftali Bennet, alla guida della coalizione di destra Yamina, che aveva rivolto un appello a tutti i partiti affinché aderissero a “un governo ampio di emergenza”. Dirigente del Likud, un partito conservatore, Netanyahu è stato primo ministro di Israele dal 1996 al 1999 e poi ancora dal 2009.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»