Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Franceschini al lavoro su un provvedimento che tuteli i lavoratori dello spettacolo

IL MINISTRO FRANCESCHINI AL MUSEO STORICO DELLA LIBERAZIONE
Il ministro della Cultura sta ragionando anche su un incentivo per le sale cinematografiche che riaprono, nella speranza che a maggio i dati siano buoni e il coprifuoco venga modificato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

“Con il ministero della Cultura e il ministero del Lavoro stiamo lavorando più in fretta possibile su un provvedimento che intervenga su tutte le anomalie e le carenze dal punto di vista previdenziale e assicurativo dei rapporti di lavoro per il settore dello spettacolo, come i requisiti all’accesso pensionistico, che spesso sono troppo stringenti, le indennità di maternità e paternità, di malattia, e anche, proprio per la natura discontinua, prevedere una forma di sostegno per i momenti in cui non si lavora e un bonus contributivo per il 2020-21, i due anni in cui non è stato possibile versare i contributi sufficienti per maturare il contributo pensionistico. Su questo stiamo lavorando perché si possa inserire nel primo intervento legislativo utile da portare in Parlamento”. Lo ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, rispondendo a un question time alla Camera.

L’emergenza– ha spiegato- ci ha consentito di censire quell’arcipelago di contratti di lavoro non garantito nel mondo dello spettacolo e per la prima volta abbiamo un censimento chiaro frutto di un’importante indagine conoscitiva svolta dalla VII commissione della Camera che dà molti elementi di conoscenza e si integra anche con numerose proposte di legge depositate. E stiamo lavorando su questi documenti”.

“A MAGGIO MODIFICHEREMO IL COPRIFUOCO SE I DATI SONO BUONI”

“Per quanto riguarda il coprifuoco, lo so che alle 22 è complicato per un cinema o un ristorante. Uscendo da un dato ideologico, è chiaro che verificheremo l’andamento dei contagi a metà maggio, dopo 21 giorni dalle riaperture, e in quel momento si vedrà l’impatto che hanno avuto. E se i dati andranno bene, sarà possibile andare alla modifica di questo dato e aprire una stagione di riapertura che dovremo accompagnare con sostegni, aiuti e misure coraggiose” ha detto Franceschini.

“STO RAGIONANDO SU UN INCENTIVO PER LE SALE CHE RIAPRONO”

“Nel settore delle sale cinematografiche sto ragionando su un meccanismo di incentivo per chi riapre e per spingere alle riaperture” ha detto il ministro della Cultura alle Giornate di cinema dell’Anec.

SALVATORES: “IL MIO ‘COMEDIANS’ SARÀ A DISPOSIZIONE DELLE SALE DAL 10 GIUGNO”

“Metto a disposizione delle sale e del pubblico il mio ultimo film che ho girato in piena pandemia, ‘Comedians‘, Comici. Vi comunico con gioia che il mio film sarà nelle vostre sale a partire da giovedì 10 giugno e vi terrà compagnia per tutta l’estate. Buon cinema a tutti”. Lo ha annunciato Gabriele Salvatores durante le Giornate di cinema dell’Anec.

LEGGI ANCHE: ‘The Father’, doppia uscita al cinema per film che ha dato l’Oscar a Hopkins

‘Comedians’ è una riflessione sul senso stesso della comicità nel nostro tempo, affrontando temi di assoluta attualità. Il film è fedelmente tratto dalla celebre pièce teatrale di Trevor Griffiths, opera premiatissima alla fine degli anni Settanta. “Quando girammo questo film in piena pandemia, pensavo quanto fosse grande il privilegio di riuscire a lavorare e di mantenere il lavoro anche in periodi così terribili. Tutto il comparto italiano del nostro settore ha dato prova di grande resilienza. Per questo motivo è doveroso ringraziare tutte le donne e gli uomini che in momenti così difficili con passione e coraggio hanno voluto lavorare con noi. Oggi abbiamo il grande privilegio di poter ritornare, come Indiana Production, a condividere i nostri film con il pubblico al cinema, ed è bello che ad accompagnarci sia un Premio Oscar italiano come Gabriele Salvatores”, ha dichiarato Marco Cohen di Indiana Production.

Il film racconta di sei aspiranti comici stanchi della mediocrità delle loro vite, al termine di un corso serale di stand-up si preparano ad affrontare la prima esibizione in un club. Tra il pubblico c’è anche un esaminatore, che sceglierà uno di loro per un programma televisivo. Per tutti è la grande occasione per cambiare vita, per alcuni forse è l’ultima. Le esibizioni iniziano e ogni comico sale sul palco con un grande dilemma: rispettare gli insegnamenti del proprio maestro, devoto a una comicità intelligente e senza compromessi o stravolgere il proprio numero per assecondare il gusto molto meno raffinato dell’esaminatore? O forse cercare una terza strada, di assoluta originalità?

Nel cast la coppia comica Ale e Franz, Natalino Balasso, Manuel Bonadei, Walter Leonardi, Giulio Pranno (‘Tutto il mio folle amore’), Vincenzo Zampa e con la partecipazione straordinaria di Christian De Sica. “Il mercato ha bisogno di grandi film per ripartire nel tempo più breve possibile e credo che il segnale da parte di Rai Cinema e 01 che arriva agli esercenti in questo momento è forte e chiaro”, ha detto Luigi Lonigro, direttore di 01Distribuiton e presidente dei distributori cinematografici.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»