Pesaro, Ricci: “E’ la città più bike friendly d’Italia”

Quasi uno spostamento urbano su tre avviene con la bicicletta (28%). Merito anche degli interventi fatti sulle infrastrutture
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PESARO – “Siamo la città più ‘bike friendly’ d’Italia”. Lo ha detto il sindaco di Pesaro Matteo Ricci a Roma commentando il primo rapporto di Legambiente sull’economia della bici in Italia e sulla ciclabilità nelle città.

In base al dossier presentato dall’associazione ambientalista infatti Pesaro è, a pari merito con Bolzano, la città in cui maggiormente in Italia si utilizza la bicicletta.

Quasi uno spostamento urbano su tre avviene con la bicicletta (28%). Merito anche degli interventi fatti sulle infrastrutture.

“La rete cresce e arriveremo a 100 chilometri di piste ciclabili con i percorsi delle opere accessorie di Autostrade- spiega Ricci-. Siamo sempre più città della bicicletta. Quanto vale la bicipolitana in termini di benessere, inquinamento mancato, sicurezza, qualità della vita?”.

QUANTO VALE LA BICI

Secondo Legambiente, l’economia della bici, comprese le esternalità positive generate dai biker come risparmio di carburante, benefit sanitari o riduzione delle emissioni nocive, muove complessivamente, in Italia, oltre sei miliardi di euro all’anno.

LA CLASSIFICA

Dietro Pesaro e Bolzano seguono Ferrara (27%), Treviso (25%), Reggio Emilia (23%), Ravenna (22%), Forlì (19%), Novara (17%). Da registrare anche il piazzamento di Pesaro nella classifica delle infrastrutture per la ciclabilità citato nel report: decimo posto totale con 18,38 metri di percorsi ciclabili ogni 100 abitanti.

LA BICIPOLITANA

“Pesaro ha lavorato su infrastrutturazione leggera e comunicazione, creando la bicipolitana– si legge nel report di Legambiente-. È una metropolitana di superficie dove al posto delle rotaie ci sono i percorsi ciclabili. E al posto dei vagoni ci sono le bici. Lo schema è quello tipico delle ‘subway’ con le linee di diversi colori che collegano le zone della città. Alla fine del 2016 sono 85 i chilometri di bicipolitana e la rete, visto il successo, continua a estendersi. La città ha lavorato alla costruzione di una rete dedicata e a una diversa narrazione che fa diventare il cittadino che si muove con le proprie gambe il principale protagonista di una città smart“.

di Luca Fabbri, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»