Coronavirus, rinviato il Roma Pride 2020

Pero' il Pride "non si ferma", come sottolinea l'hashtag ufficiale #ILPRIDENONSIFERMA
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il Roma Pride 2020 e’ stato rinviato, questa la decisione presa dal Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, che organizza la manifestazione dalla prima edizione del 1994, in questo stato di emergenza causato dal Coronavirus.

“L’attuale situazione, in cui il nostro Paese sta affrontando il momento piu’ drammatico dal dopoguerra- si legge in una nota- ha portato gli organizzatori alla scelta, seppur difficile, di tutelare la salute della propria comunita’ rinviando la manifestazione in programma il 13 giugno a data da destinarsi, quando i rischi saranno completamente contenuti ed arginati”.

Pero’ il Pride “non si ferma”, come sottolinea l’hashtag ufficiale #ILPRIDENONSIFERMA lanciato dagli account del Circolo e del Roma Pride, ma cambia.

“Scendere in piazza e occupare lo spazio e il dibattito pubblico con i nostri corpi, le nostre lotte e i nostri desideri, fa parte della storia del nostro movimento ed e’ difficile sapere di non poterlo fare proprio a giugno, mese in cui si ricordano i moti di Stonewall del 1969- dichiara Sebastiano Secci, portavoce del Coordinamento politico del Roma Pride e presidente del Circolo Mario Mieli- La piazza, tuttavia, specie alla luce del momento drammatico che stiamo vivendo, non puo’ davvero essere, l’unico modo in cui riusciamo incidere nella vita e nella storia del nostro Paese. Stiamo lavorando perche’ il messaggio politico del Pride risuoni comunque quest’anno, seppur con modalita’ inedite, per continuare a far ardere il nostro orgoglio, preparandoci, non appena questo sara’ possibile, a riempire nuovamente le strade delle nostre citta’. Abbiamo davanti una sfida inedita, ma anche l’occasione di riflettere su cosa ci unisce e su cosa ci rende ancora comunita’ oggi, nonostante la sofferenza, la distanza e tutte le difficolta’ che stiamo vivendo”.

Il 27 giugno si svolgera’ il #GlobalPride, manifestazione online organizzata dai grandi network internazionali dei Pride, EPOA e Interpride, di cui fa parte anche il Circolo Mario Mieli.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

5 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»