Rivoluzione in Assemblea capitolina: ecco i Consigli dei bambini e degli adolescenti

Raggi: "L'Aula approva un documento che rende Roma una città amica delle bambine e dei bambini"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “A breve faremo una vera rivoluzione a Roma, a partire dall’Assemblea, perché inizieremo a convocare i Consigli delle bambini e dei bambini e i Consigli degli adolescenti”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, intervenendo in Assemblea capitolina durante la discussione della delibera con cui il Campidoglio aderisce al programma internazionale dell’Unicef ‘Città amiche delle bambine e dei bambini’, adottando il documento programmatico per la ‘Costruzione di una città amica delle bambine e dei bambini. Nove passi per l’azione’.

Raggi: “L’Aula approva un documento che rende Roma una città amica delle bambine e dei bambini”

Per la sindaca “è un momento molto speciale, l’Aula approva un documento che rende Roma una città amica delle bambine e dei bambini. Il compito di tutti noi adulti deve essere quello di impegnarci perché le generazioni future trovino un mondo migliore di quello che abbiamo trovato noi. E’ un percorso che vede partecipi bambini e adolescenti che saranno gli adulti di domani, e ancor prima di stabilire le linee guida e gli obiettivi stabilisce un metodo di lavoro fondamentale: la città prima di essere un ente deve essere una comunità dove viviamo tutti insieme, grandi e piccoli, adulti e bambini”. Questa delibera, ha concluso Raggi, “rappresenta quindi un passo in avanti di una società sviluppata che prima di essere città è comunità e certifica che tutti i suoi membri, anche i più piccoli, vengano coinvolti e ascoltati nei processi di decisione e costruzione”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»