A Roma 200 cassonetti bruciati in 5 mesi. Raggi: “E’ azione mirata contro Ama”

Le zone più colpite dal fenomeno sono il VII e il X Municipio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Vogliamo denunciare il fenomeno dei cassonetti bruciati. Abbiamo denunciato spesso questo fenomeno che interessa soprattutto il VII e il X Municipio e ha causato complessivamente 230 contenitori stradali completamente bruciati in cinque mesi. Non si tratta più di vandalismo ma di un’azione mirata contro l’azienda”. Così il sindaco di Roma, Virginia Raggi, durante una visita all’officina Bottero di Ostia dell’Ama recentemente riaperta.

“Il costo di ogni singolo contenitore è di 750 euro– ha aggiunto Raggi- quindi il danno è grande. Ma questa attività di contrasto non può essere condotta solo da Ama: c’è il supporto della Polizia locale per cercare di individuare queste persone. Abbiamo inviato poi una nota alla Prefettura per convocare il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza per farci supportate dalle altre forze di polizia e sconfiggere questo fenomeno che mira a colpire direttamente Ama”.


Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»