VIDEO | Roma deserta ai tempi del coronavirus: banchine vuote, taxi in attesa, nessuno in giro

Nessuno aspetta un taxi, nessuno sulle banchine degli autobus: tra gli autisti non si fa che scuotere la testa e parlare di coronavirus
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “In giro non c’è nessuno“. Denunciano un calo dei guadagni che si aggira tra il 60 e il 70% i tassisti di Roma, in coda alla stazione Termini per prendere una corsa. Clima surreale in Piazza dei Cinquecento dove l’effetto coronavirus, con la decisione del Governo di chiudere le scuole, si è fatto sentire più che mai.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, flop di turisti al Colosseo: nessuna coda per entrare

Poche anche le persone ai capolinea dei bus, con effetto banchine semivuote. “La chiusura delle scuole ha spaventato tutti“, racconta l’autista di un’auto bianca, “in più – incalza un collega in piedi accanto alla vettura – ci mancano i clienti del nord che qui a Roma sono tanti”.

La lunga coda di taxi alla stazione Termini che in genere si accompagna a una lunga fila di clienti oggi procede a rilento e davanti all’ingresso principale della stazione, tra gli autisti non si fa che scuotere la testa e parlare di coronavirus.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, i luoghi della cultura di Roma che restano aperti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»