Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Discarica abusiva sequestrata nel napoletano, sette denunciati

L'area era utilizzata anche per lo sversamento illecito di acque reflue nell'adiacente alveo dei Camaldoli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Il Comando provinciale della guardia di finanza di Napoli ha sequestrato a Giugliano in Campania un’area di proprietà di una società di espurghi, trasformata in discarica abusiva e utilizzata anche per lo sversamento illecito di acque reflue.

In particolare, i finanzieri della compagnia di Pozzuoli, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, hanno accertato che l’impresa raccoglieva sistematicamente rifiuti liquidi nel territorio flegreo e, anziché smaltirli presso gli impianti di depurazione autorizzati, sversava i liquami costituiti da reflui urbani di provenienza domestica nell’adiacente alveo dei Camaldoli.

Gli accertamenti sono stati effettuati dalle fiamme gialle e dall’Arpac (Agenzia Regionale per la protezione ambientale) mediante prove con traccianti fluorescenti grazie ai quali è stato evidenziato che gli sbocchi interni a 2 capannoni sfociavano direttamente nell’alveo del rivolo. All’interno dell’area, sono stati scoperti 4 lavoratori in nero, tra i quali un extra-comunitario sprovvisto di permesso di soggiorno. Al termine dell’operazione sono stati sequestrati 2 autoarticolati, tutta l’area adibita a deposito, un ingente quantità di rifiuti speciali e denunciate 7 persone.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»