Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

In Emilia-Romagna Bonaccini ri-arruola Venturi

L'assessore uscente alla Sanità torna in campo per gestire l'emergenza coronavirus finchè il collega Raffaele Donini è a casa in isolamento
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Sergio Venturi torna in pista. L’ex assessore regionale alla Sanità dell’Emilia-Romagna è stato richiamato dal governatore Stefano Bonaccini, dopo che l’attuale titolare della delega alle Politiche per la salute, Raffaele Donini, è stato trovato positivo al coronavirus. È lo stesso Bonaccini ad annunciarlo ieri a tarda sera su Facebook. “A darci un aiuto sarà anche Sergio Venturi, assessore alle Politiche della salute fino a pochi giorni fa- scrive Bonaccini- visto che Raffaele dovrà lavorare a domicilio, ho chiesto a Sergio di gestire l’emergenza sanitaria legata al coronavirus nei prossimi giorni, fino a quando sarà necessario, e lui ha accettato subito, dimostrando un grande senso di responsabilità”.

“Lo ringrazio per questo- dice ancora Bonaccini-. Sono certo che riusciremo a superare questo momento insieme, istituzioni e cittadini. Come Emilia-Romagna”, afferma il presidente, che sui due assessori contagiati, Donini e Barbara Lori, aggiunge: “Li ho sentiti, sono in buone condizioni e lavorano da casa. Grazie a entrambi, continueremo ogni giorno a fare ciò che serve, ne sono convinto”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, positivi gli assessori Donini e Lori in Emilia-Romagna. Bonaccini negativo

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»