Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tav, mozioni di sfiducia a Toninelli il 21 marzo al Senato

Le mozioni di sfiducia sono state presentate da Pd e Forza Italia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le mozioni di sfiducia nei confronti del ministro Danilo Toninelli per la gestione della vicenda Tav sono state calendarizzate per giovedì 21 marzo in Aula al Senato. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. Le mozioni di sfiducia sono state presentate da Pd e Forza Italia.

“Sulle infrastrutture l’Italia perde 70 milioni di euro al giorno per colpa delle indecisioni, dei balletti, delle analisi e controanalisi di questo governo. Un costo esagerato. Non si può far finta di niente”, aveva detto Maurizio Martina annunciando l’intenzione del Pd di depositare la mozione di sfiducia.

“Da questa vicenda emerge una sola certezza- dice la capogruppo dem, Raffaella Patia, in commissione Trasporti- Toninelli deve dimettersi per avere detto che lo scavo non era mai iniziato salvo poi dal suo ministero scrivere che ci sono gia’ diversi km scavati del tunnel di base oltre ai 25 km di gallerie servizio. Ha mentito o e’ incapace per avere dato il via libera ai bandi solo ora grazie alla lotta della societa’ civile e politica di tutta Italia ma dicendo che tanto ha sei mesi per revocarli. Allora perche’ non li ha pubblicati quando a settembre poteva farlo? Sta giocando sulla pelle dei lavoratori e dei cittadini con continui rinvii la sua analisi costi benefici come abbiamo sempre detto e’ inaffidabile e ha fatto perdere tempo e credibilita’ al paese”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»