Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ancona, incidente su piattaforma petrolifera dell’Eni: ritrovato il corpo dell’operaio disperso

Altri due operai sono rimasti coinvolti nel distacco della gru della piattaforma durante le operazioni di carico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Eni informa che questa mattina si è verificato un incidente sulla piattaforma ‘Barbara F’, circa 60 km al largo di Ancona. Secondo le prime ricostruzioni, la gru che stava effettuando delle operazioni di carico si sarebbe staccata dalla struttura finendo in mare. Nella caduta, la gru ha colpito il supply vessel ferendo due persone a bordo dell’imbarcazione. Al momento, l’operatore dalla gru caduta in acqua risulta disperso. Sono in corso le operazioni di soccorso.

ENI: INDIVIDUATO CORPO OPERATORE GRU, CORDOGLIO ALLA FAMIGLIA

In relazione all’incidente che si è verificato questa mattina presso la piattaforma a gas ‘Barbara F’, “con grande dolore Eni informa che il collega che risultava precedentemente disperso è stato individuato all’interno della cabina della gru situata sul fondale delle acque circostanti la piattaforma”. La compagnia esprime quindi “il proprio profondo cordoglio alla famiglia del collega”.

Per quanto riguarda i due operatori rimasti feriti, immediatamente trasportati presso l’ospedale di Ancona, Eni conferma che il primo è già stato considerato fuori pericolo e il secondo sta tuttora ricevendo le opportune cure mediche.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»