Salvini: “Al Governo col centrodestra, no a coalizioni strane”

"Non commento le debacle altrui, l'arroganza di Renzi e dei suoi e' stata punita"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ “una vittoria straordinaria che ci carica di orgoglio, gioia, serenità. Milioni di italiani ci hanno chiesto di prendere per mano il paese, liberarlo da precarietà e insicurezza decisi da Renzi e Bruxelles. Qualcuno ha fatto una campagna elettorale parlando di improbabili passati” ma questo è “un voto di futuro. Gli italiani hanno premiato il futuro”. A dirlo è Matteo Salvini, leader della Lega, nel corso di una conferenza stampa da Milano.

“La Lega ha vinto nel centrodestra e rimarrà alla guida del centrodestra”, ha poi specificato.  “Voglio mantenere l’impegno preso con 60 milioni di italiani che riguarda la coalizione di centrodestra con cui abbiamo il diritto e il dovere di governare nei prossimi anni”, ha rassicurato Salvini. “Ho letto analisi bizzarre su coalizioni strane, io mantengo la parola e non cambio idea ogni quarto d’ora a differenza di altri,la squadra su cui lavorare e ragionare è il centrodestra”.

“SONO ORGOGLIOSAMENTE POPULISTA”

“Sono e resto orgogliosamente populista, i radical chic che schifano gli operai e non fanno la spesa gli italiani non li vogliono più“, ha detto Salvini in conferenza stampa.

“EURO SCELTA SBAGLIATA MA NO REFERENDUM, SAREBBE PROBLEMA”

“L’euro rimane una moneta e una scelta sbagliata, ma i referendum, come proponeva qualcuno, non sono pensabili e quello sì sarebbe un problema. Lavoreremo per cambiare alcuni vincoli europei e la moneta unica è destinata a finire ma non lo diciamo noi, vogliamo arrivare preparati a quel momento”.

“PUNITA L’ARROGANZA DI RENZI”

“Non commento le debacle altrui, l’arroganza di Renzi e dei suoi e’ stata punita“, ha aggiunto il leader della Lega commentando il voto di ieri.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»