Elezioni, cala il silenzio in casa Liberi e Uguali

ROMA – Al quartier generale di Liberi e Uguali bocche cucite. Le prime proiezioni sono deludenti per il partito di Grasso, ben al di sotto delle percentuali sperate alla vigilia. Cosi’ scende il silenzio nel Conference Center da Feltre a Trastevere, luogo designato per il contatto con la stampa nella notte elettorale.

Le prime proiezioni lasciano intendere che il traguardo del 6% e’ ancora lontano, lontanissima la doppia cifra paventata da D’Alema in campagna elettorale. Da ‘Liberi e Uguali’ a ‘Liberi tutti’, commenta il direttore del tg di La7 Enrico Mentana.

“I risultati usciti finora dalle proiezioni sono al di sotto delle nostre aspettative. Ma abbiamo intenzione di aspettare i risultati definitivi per fare una valutazione politica”. Così Nico Stumpo, candidato Leu alla Camera, parlando ai cronisti nel quartier generale di Liberi e Uguali. E’ il primo dirigente del partito a rilasciare una dichiarazione dopo l’uscita delle prime proiezioni.

5 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»