Trivelle, Lacorazza (Basilicata): “Il 70% degli italiani è contrario e per il sì al referendum”

"Lunedì scopriremo il simbolo per la campagna referendaria"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Civitanova Marche, Italia – In azione contro le trivelle in Adriatico. ©Matt Kemp/Greenpeace

Gli italiani hanno scelto da che parte stare e stanno dalla nostra. Lunedì presenteremo un sondaggio che indica con chiarezza che oltre il 70% di loro è contro le trivelle in mare e per il ‘Si’ al referendum“. Così Piero Lacorazza, presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Regione capofila del ‘No’ alle trivelle, ha annunciato all’agenzia di stampa Dire i contenuti della conferenza stampa che si terrà lunedì sul tema.

“Lunedì scopriremo poi il simbolo per la campagna referendaria- ha aggiunto Lacorazza- e presenteremo anche alcune posizioni di rappresentanze economiche del nostro Paese che ci dicono di stare dalla nostra parte. Mi riferisco al coordinamento ‘Free’ che mette insieme circa 3.000 aziende, a cui aderiscono 160.000 lavoratori, del settore delle rinnovabili e dell’efficienza energetica, oltre a persone legate al mondo della cultura e dei consumatori”.

“Noi chiediamo fino in fondo che l’informazione, l’Agcom e la commissione di vigilanza della Rai facciano in modo che i cittadini siano informati sul referendum. La battaglia non può essere tra il ‘Si’ e il non voto perché chi fa appello al non voto ha paura degli italiani e sceglie una scorciatoia. Il confronto si deve invece giocare tra il ‘Si’ e il ‘No'”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»