Adinolfi: “Mi candido a sindaco di Roma per il Popolo della Famiglia”

"Rispetto ai rivali, noto che hanno fatto a gara da Marchini a Bertolaso, da Giachetti a Fassina, a dichiararsi a favore delle unioni gay. Io sarò un candidato sindaco sulla posizione opposta. Noi come Popolo della Famiglia siamo l'Italia che invece pensa prima alla famiglia"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

mario adinolfi

ROMA – Mario Adinolfi e Gianfranco Amato, con il ruolo di candidato a sindaco e capolista, guideranno l’assalto al Campidoglio del Popolo della Famiglia, il soggetto politico lanciato dai due esponenti del comitato promotore del Family Day negli scorsi giorni. L’annuncio ufficiale è arrivato alla fine della Convenzione romana del movimento che si è tenuta in un teatro della Capitale.

In una nota Adinolfi ha spiegato: “Correremo con il nostro simbolo, in autonomia dalle principali coalizioni, chiedendo consenso ai romani credono alle parole con cui San Giovanni Paolo II, secondo cui la famiglia è il prisma attraverso il quale emergono tutti i bisogni della società. Rispondendo ai bisogni della famiglia si risponde ai bisogni della società. Roma è stato teatro negli scorsi mesi di un degrado morale senza fine, dalle ruberie paramafiose ai finti matrimoni omosessuali che un sindaco per fortuna cacciato celebrava contro la legge e strumentalizzando gli stessi gay per ottenere qualche foto sui giornali. Mi candido a sindaco con lo slogan ‘Prima la famiglia’, perché le esigenze a cui bisogna dare ascolto sono prima di tutto quelle delle mamme e dei papà che fanno fatica a crescere figli in una città che condanna alla marginalizzazione chi sceglie la dimensione familiare rispetto a quella dell’individualismo spinto. Rispetto ai rivali, noto che hanno fatto a gara da Marchini a Bertolaso, da Giachetti a Fassina, a dichiararsi a favore delle unioni gay. Io sarò un candidato sindaco sulla posizione opposta. Noi come Popolo della Famiglia siamo l’Italia che invece pensa prima alla famiglia“. Amato e Adinolfi hanno poi annunciato la Convenzione nazionale del movimento per venerdì 11 marzo a Roma, già lunedì saranno resi noti i nomi dei candidati sindaco del Pdf nelle altre grandi città.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»