Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ritrovato il coltello usato per uccidere la 29enne a Minervino di Lecce

Per l'omicidio di Sonia Di Maggio è stato arrestato l'ex fidanzato, Salvatore Carfora, 39enne di origini campane
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI –  È stato ritrovato nelle campagne di Minervino di Lecce il coltello che sarebbe stato usato per l’omicidio di Sonia Di Maggio, la 29enne di origini riminesi assassinata lunedì scorso a Specchia Gallone, frazione del paese salentino. Per il suo omicidio è stato arrestato l’ex fidanzato, Salvatore Carfora, 39enne di origini campane. Il coltello a serramanico da sub, di 20 centimetri con lama da otto centimetri, era sotto un cumulo di pietre a circa duecento metri dal luogo dell’omicidio che si trova vicino alla scuola elementare della frazione. Gli indumenti (giubbotto, felpa, pantaloni e calze) erano invece dietro un muretto a secco sotto delle pietre alle spalle del cimitero di Minervino dove il 39enne avrebbe trascorso la notte dopo l’accoltellamento mortale. Gli agenti della polizia scientifica hanno refertato le numerose tracce ematiche ritrovate sia sugli indumenti sia sull’arma del delitto. 

LEGGI ANCHE: Ventinovenne accoltellata a Minervino di Lecce, preso il presunto assassino: è l’ex

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»