La mamma coraggio Valeria: “I nostri figli né protetti né tutelati”

madrinmarcia
Lei per sua figlia improvvisò tempo fa una serenata. Questa mattina invece, davanti al Tribunale per i minorenni di Roma, in via dei Bresciani, ha portato la sua solidarietà a Laura Massaro, che rischia di perdere suo figlio per 2 CTU che l'accusano di alienazione parentale, una delle quali rinviata a giudizio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Cappotto rosso, passo svelto, una borsa a tracolla, Valeria, ricercatrice scientifica, è una mamma coraggio. Lei per sua figlia improvvisò tempo fa una serenata. Questa mattina invece, davanti al Tribunale per i minorenni di Roma, in via dei Bresciani, ha portato la sua solidarietà a Laura Massaro, che rischia di perdere suo figlio per 2 CTU che l’accusano di alienazione parentale, una delle quali rinviata a giudizio.

Nei tribunali noi mamme siamo processate come nel 1600– ha dichiarato Valeria alla Dire- la nostra società ha un problema e un pregiudizio anche nella giustizia”. E sui minori e l’impatto della legge 54 sulla bigenitorialità, per la cui abolizione il Comitato madri contro la violenza istituzionale ha lanciato numerosi appelli, Valeria ha aggiunto: “Non protegge e non tutela i bambini, perché troppo spesso viene applicata in modo cieco anche laddove vi sia violenza perpetrata dai padri”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»