Governo Draghi, M5s diviso. Casaleggio: “Iscritti voteranno su Rousseau”

Beppe Grillo in arrivo a Roma per guidare la delegazione M5s alle consultazioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Movimento 5 Stelle ancora spaccato sul sostegno al governo Draghi. L’ala più ‘movimentista’ dei 5 Stelle guidata da Alessandro Di Battista ribadisce il propripo ‘no’, mentre il ‘governista’ Di Maio rivolge un appello ai suoi per dimostrare “maturità davanti al paese”. Una spaccatura è possibile, ma dato l’ampio consenso raccolto da Draghi tra i partiti centristi un’eventuale scissione non sembra mettere in pericolo la nascita del nuovo esecutivo, rafforzata anche dalle parole del premier uscente Giuseppe Conte. A provare a tenere unito il Movimento è Davide Casaleggio che, in attesa di Beppe Grillo che guiderà domani la delegazione pentastellata, annuncia la possibilità del voto su Rousseau.

“Ho incontrato diversi parlamentari e ministri qui a Roma- ha detto questa mattina Davide Casaleggio- Qualunque sarà lo scenario politico possibile c’è ampio consenso sul fatto che l’unico modo per avere una coesione del Movimento 5 stelle sarà quello di chiedere agli iscritti su Rousseau“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»