Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Elezioni, Cioffi (M5S): “De Luca candida figlio? Un vecchio triste e solo”

L'enfant prodige del Pd e' poi riuscito a guadagnarsi un primo posto nel listino bloccato del proporzionale e una candidatura all'uninominale a Salerno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Sono stanco di parlare di un retaggio medievale, dove esistono vassalli, valvassori e valvassini. De Luca pensa di poter, come un regnante, imporre il nome del proprio figlio: e’ solamente il tentativo stanco di un uomo vecchio, di un uomo ormai triste, abbandonato e solo”. E’ l’accusa che, in un’intervista all’agenzia Dire, il senatore e candidato del Movimento 5 Stelle in Campania, Andrea Cioffi, lancia al presidente della Regione, Vincenzo De Luca, reo di essersi imposto a Roma per far candidare come capolista suo figlio, Piero.



L’enfant prodige del Pd e’ poi riuscito a guadagnarsi un primo posto nel listino bloccato del proporzionale e una candidatura all’uninominale a Salerno, circostanza che ha portato il candidato premier M5S, Luigi Di Maio, ad inserire Piero De Luca tra gli ‘impresentabili’ in corsa alle prossime elezioni. “Correre a Roma per imporre il nome di suo figlio, primo nel listino alla Camera – dice Cioffi – testimonia quanto sia un uomo triste e solo. Un vecchio che comanda a Salerno dal 1992″.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»