Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La FCA presenta 5 spot durante la 52a edizione del Super Bowl

Presentano gli ultimi tre modelli: la nuova Jeep Wrangler 2018, il nuovo Ram 1500 2019 e la nuova Jeep Cherokee 2019
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – FCA prepara il terreno per l’arrivo dei suoi tre ultimi e molto attesi modelli – la nuova Jeep Wrangler 2018, il nuovo Ram 1500 2019 e la nuova Jeep Cherokee 2019 – con la presentazione di ben cinque spot durante la diretta della 52a edizione del Super Bowl.

“I lanci dei nuovi modelli Jeep Wrangler, Ram 1500 e Jeep Cherokee rappresentano gli sforzi collettivi degli uomini e delle donne di FCA che d’istinto sentono la loro responsabilità verso questi brand unici”, commenta Sergio Marchionne, CEO di FCA.

“Questi veicoli, e questi spot, sono dimostrazione del nostro impegno verso ognuno di questi brand e confermano la validità delle misure messe in atto per riallineare la nostra capacità produttiva negli Stati Uniti al fine di soddisfare le richieste del mercato”.

Lo spot da 60 secondi Jeep Jurassic rende omaggio a una celebre scena del film Jurassic Park, in cui il professor Ian Malcom (Jeff Goldblum) fugge da un tirannosauro inferocito a bordo di una Jeep Wrangler. Il video è stato diretto dal regista di Jurassic World Colin Trevorrow, che ritorna nei panni di co-sceneggiatore e produttore esecutivo di Jurassic World: il regno distrutto in uscita nelle sale americane il 22 giugno 2018.

Lo spot di 30 secondi Anti-Manifesto parla del “Manifesto” delle aziende automobilistiche, ovvero delle dichiarazioni e promesse su ciò che il loro marchio o il loro veicolo sono in grado di offrire. Nel presentare la nuova Wrangler 2018, Jeep prende una posizione diversa e si pone come unico marchio in grado di sostenerla. Jeep sceglie infatti di mostrare al mondo che c’è soltanto un veicolo che non ha bisogno di parole per spiegare il vero significato di “Manifesto”.

Lo spot di 30 secondi The Road presenta la nuova Jeep Cherokee 2019 – il SUV medio più prestazionale di sempre – con un nuovo design premium, performance su strada superiori e le impareggiabili prestazioni off-road di Jeep.

Il video Built to Serve sostiene uno dei valori fondamentali del marchio Ram e dei suoi clienti, ovvero che aiutando gli altri si possa raggiungere la vera grandezza. Nel video viene presentato il nuovo Ram 1500 2019. Il fulcro dello spot di 60 secondi è un discorso che Martin Luther King ha tenuto esattamente cinquant’anni fa, il 4 febbraio 1968, e che illustra alla perfezione questo valore. Il marchio Ram crede nell’idea di King che “chiunque può essere grande perché chiunque può servire”, e i proprietari di un veicolo Ram dimostrano questa dedizione ogni giorno sostenendo le loro famiglie, gli amici e la comunità. Lo spot è costituito da 26 immagini potenti di persone che aiutano gli altri, mentre l’autorevole voce di King invita tutti noi a metterci al servizio del prossimo.

https://www.youtube.com/watch?v=SlbY1tGARUA&feature=youtu.be

Lo spot da 60 secondi Icelandic Vikings | We Will Rock You rende omaggio con un tocco di ironia alla città che quest’anno ospita il Super Bowl, Minneapolis. Per presentare il nuovo Ram 1500 2019 Limited, un pickup creato per affrontare qualsiasi situazione, Ram ha giustamente chiesto l’aiuto dei vichinghi d’Islanda, che si pensa siano stati tra i primi colonizzatori europei a insediarsi nel Minnesota.

https://www.youtube.com/watch?v=cqg5oc20nxk&feature=youtu.be

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»