Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Cyberbullismo, Boldrini: “Approvare legge entro legislatura”

Oggi a Montecitorio è stato lanciato il docufilm 'Cuori connessi' della Polizia contro il fenomeno del bullismo in rete
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La politica può riacquisire fiducia se fa quello che dice. C’è una legge già approvata al Senato contro il cyberbullismo e spero venga approvata entro la fine di questa legislatura”. Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, presentando a Montecitorio il docufilm ‘Cuori connessi‘, a cura della Polizia di stato contro il fenomeno del bullismo in rete. la pellicola, realizzata dalla Polizia col sostegno di Unieuro, racconta le vicende di due adolescenti, entrambe finite nell’incubo del cyberbullismo: Sofia, che si ritrova pubblicate in rete tre immagini che la ritraggono nuda. E Flavia, che si ritrova sola e angosciata dopo essere finita vittima del branco ‘virtuale’ e bersagliata di insulti.

“Rifiutare la violenza in rete si può e si deve” dice ancora Boldrini. “Sono i bulli a doversi nascondere e vergognarsi, non le persone che reagiscono”, sottolinea.

LEGGI ANCHE:

Riparte “Una vita da social”, la campagna della Polizia postale contro l’odio su internet

Cyberbullismo, come riconoscere i violenti del web: tipologie e segnali

Cyberbullismo, polizia e Unieuro insieme per un progetto itinerante /VIDEO

Cyberbullismo, il 7 febbraio è il Safer Internet Day. ‘Un nodo blu’ la campagna

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»