Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Papa Francesco: “Non bisogna avere paura di scegliere la via dell’adozione”

papa francesco
"Se non potete avere figli pensate all'adozione: è un rischio avere figli, ma è ancora un rischio maggiore non averne"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non basta mettere al mondo un figlio per dire di esserne anche padri o madri”. Lo ha detto Papa Francesco nella catechesi dell’udienza generale di stamani. Continuando il ciclo di catechesi su San Giuseppe, ha incentrato la sua riflessione sul tema: “San Giuseppe, il padre putativo di Gesù”. “Per comprendere la paternità putativa o legale di Giuseppe, occorre tener presente che anticamente in Oriente era molto frequente, più di quanto non sia ai nostri giorni, l’istituto dell’adozione“.

LA VIA DELL’ADOZIONE

Citando la lettera apostolica Patris corde, il Pontefice ha ricordato che “tutte le volte che qualcuno si assume la responsabilità della vita di un altro, in un certo senso esercita la paternità nei suoi confronti”. Il riferimento è all’istituto dell’adozione, “atteggiamento così generoso e bello“.

LEGGI ANCHE: Covid, Papa Francesco: “A Natale sobrietà, aiuto ai vicini e preghiera in famiglia”

“Giuseppe ci mostra che questo tipo di legame non è secondario, non è un ripiego – ha osservato -. Questo tipo di scelta è tra le forme più alte di amore e di paternità e maternità“. Volgendo lo sguardo a quanti bambini nel mondo aspettano qualcuno si prenda cura di loro e a quanti coniugi desiderano essere padri e madri ma non riescono per motivi biologici; o, pur avendo già dei figli, vogliono condividere l’affetto familiare con chi ne è rimasto privo, Papa Francesco ha ribadito che “non bisogna avere paura di scegliere la via dell’adozione, di assumere il ‘rischio’ dell’accoglienza“.

L’INVERNO DEMOGRAFICO

Osservando i fenomeni sociali di oggi, il Pontefice ha evidenziato che “oggi con l’orfanità c’è un certo egoismo”. Così ha ricordato le sue parole dei giorni scorsi sull’inverno demografico. “Si vede che la gente non vuole avere figli e tante coppie non hanno figli perché non vogliono o ne hanno uno solo. Ma hanno cani e i gatti, che occupano il posto dei figli – ha aggiunto parlando a braccio -. Questo rinnegare la paternità e la maternità ci toglie umanità. E così la civiltà diventa più vecchia e senza umanità, perché si perde la ricchezza della paternità e della maternità, e soffre la Patria che non ha figli”. Poi, il Papa ha chiesto a San Giuseppe la grazia di “svegliare le coscienze”. “La paternità e la maternità è la pienezza della vita di una persona. E se non potete avere figli pensate all’adozione: è un rischio avere figli, ma è ancora un rischio maggiore non averne. A un uomo e a una donna che non sviluppano il senso della paternità e della maternità manca qualcosa di fondamentale”.  

(Fonte: Agensir)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»