A Bari medico del 118 positiva al Covid dopo il vaccino

Non si esclude che il virus fosse già incubato. Gli esperti ricordano che non c'è nesso causale tra il vaccino e la positività
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI –  Sta bene e si trova a casa il medico del 118 che risiede nel nord barese risultata positiva al coronavirus e a cui la scorsa settimana è stata somministrata la prima dose di vaccino anti covid. Secondo quanto apprende la Dire, la donna ha avuto lievi sintomi e non è escluso che fosse positiva al virus prima della somministrazione vaccinale senza esserne a conoscenza. Gli esperti ricordano che non c’e’ nesso causale tra il vaccino e la positività.

MEDICO 118 POSITIVA: “NO CONNESSIONI CON VACCINO, SPERO FARE RICHIAMO

“Sto bene e sono assolutamente tranquilla. La mia positività non è connessa con il vaccino e spero di poter fare il richiamo già programmato”. Sono le parole del medico della postazione 118 della Bat risultata contagiata dal virus. La donna si era sottoposta a vaccinazione la scorsa settimana. “Sono operativa sull’emergenza Covid dal primo momento e sostengo fortemente la necessità di fare il vaccino. Lo avrei fatto il primo giorno se non fossi stata in turno”, evidenzia e aggiunge: “Faccio questo lavoro da anni e lo amo, per questo rispetto e ammiro chiunque si impegni con serietà e amore per il prossimo abbiamo una sanità fatta di gente che ha come scopo curare gli altri, prendersi cura di tutti indistintamente e per questo credo fortemente nei vaccini, nella competenza dell’uomo e nel progresso della scienza”. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»