Roma, incendiata la casa protostorica di Fidene. Caudo: “Atto gravissimo”

Il Presidente del III Municipio: "Si tratta di un atto esecrabile, grave e incivile tanto piu' perche' certamente voluto"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Un monumento alle prime colonizzazioni umane sul nostro territorio, la casa protostorica di Fidene, ricostruzione fedele di un insediamento del IX secolo a.C. e’ stata data alle fiamme questa mattina, intorno alle 6.30”. A darne la notizia un amareggiato Giovanni Caudo, Presidente del III Municipio, in una nota.

“Si tratta di un atto esecrabile- aggiunge Caudo- grave e incivile tanto piu’ perche’ certamente voluto, che ha prodotto danni alle travi del tetto, alla copertura e alla porta d’ingresso. Per fortuna, almeno stando al sopralluogo che abbiamo gia’ effettuato alla presenza del responsabile della Sovraintendenza Capitolina, non ci sarebbero conseguenze sulla struttura muraria in terra battuta”.

“L’incendio e’ stato appiccato alla porta d’ingresso della capanna- specifica Caudo- dopo aver tagliato la catena del lucchetto che chiudeva il cancello di ingresso al sito. La struttura, realizzata a seguito della scoperta nel 1988 dei resti originali di una capanna protostorica e’ un omaggio al nostro passato, un tentativo di riappropriarsi di un immaginario e di una memoria storica e collettiva che riguarda non solo la comunita’ di Fidene”.

“Appiccare un incendio proprio qui- conclude- e’ un atto grave che intende colpire un quartiere e i suoi abitanti. Un gesto contro il quale ci mobiliteremo. Intanto, lavoreremo con la Sovraintendenza Capitolina per riparare il danno, riportando quanto prima il monumento alla sua condizione originaria.”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

5 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»